REPORTAGE – LOLLA PALOOZA

DSCF6461

Mi sono detta ‘Una Fujifilm x30 nuova di pacca, due telefoni, una macchinetta analogica e batterie esterne come se piovessero dovrebbero bastare’, ma non avevo idea di quanto sarebbe stato superlativo il mio scorso weekend a Berlino.                                                                                          La vera sorpresa che Zalando mi ha regalato è stata la scoperta di un festival come il Lolla Palooza, completamente diverso rispetto agli altri a cui son stata, improntati sulla musica techno.

Mi sono presto accorta che né i 140 caratteri di Twitter né Snapchat con i suoi 300 secondi sarebbero stati sufficienti a documentare i due giorni di Festival.                                               Realizzato questo, mi sono lasciata trasportare dall’atmosfera avvolgente del festival accantonando presto il desiderio di voler condividere con il resto del mondo ogni spostamento.

Per chi come me non ha mai frequentato la scena notturna a Berlino, questo festival ha dato un senso al perché i berlinesi detengano il ‘titolo’ di king dei party.

Mi ha da subito catturato il cuore la location scelta ovvero il Tempelhof Airport, un aeroporto in disuso da anni che, con i suoi spazi aperti e grandi, accoglieva 4 palchi, zona food & drink ed altre dedicate ad attività ed intrattenimento collaterale.

Con la line-up in una mano e un rigorosamente un drink nell’altra, ho cercato di farmi largo fra la folla sotto gli stage per godermi lo spettacolo sotto cassa. Macklemore & Ryan Lewis, Stereophonics, James Bay, Run The Jewels, Bastille, Clean Bandit, Sam Smith, Dog Blood, FatBoy Slim (ho quasi rischiato di perdermelo) sono solo una manciata degli artisti che ho sentito, alcuni dei quali sono stati una conferma e altri una scoperta.

Mi mangio ancora le mani per aver preso l’aereo di ritorno la domenica sera, perdendomi così gli show dei Muse e Martin Garrix i più attesi della manifestazione, almeno per me. Sono certa però che ci saranno altre occasioni per incontrarsi, sia con Zalando sia con il Lolla Palooza sia con tutti quelli che mi sono persa a questo giro.

Tutte le foto sono state realizzate con Fujifilm x30

valentina pegorer zalando lolla paloozaDSCF6461valentina pegorer zalando lolla paloozavalentina pegorer zalando lolla paloozaDSCF6412DSCF8012DSCF6451


The Author

Valentina Pegorer